Grandparents in the company of the grandchildren, all to buy the Cbd

Article published in various newspapers in Switzerland and reported in Italian also on Tio.ch


That of the over 60 who buy the "legal cannabis" is a growing trend, the shopkeeper: "A grandmother asked me how to roll a cane".

ZURIGO – 90 anni compiuti ma Hans è ancora in gran forma. Cioé, diciamo che per quanto riguarda a testa e lucidità ci siamo, un po’ meno forse dal punto di vista fisico. In che senso? Le articolazioni fanno male, delle ginocchia poi non parliamone, e anche andare alla spesa spesso è un calvario (soprattutto se piove).

Di recente però qualcosa gli ha cambiato la vita, una trovata del suo nipote 20enne che, un giorno gli ha detto: «Ehi nonno, vuoi provare un po’ di cannabidiolo? È legale e secondo me per i tuoi dolori è un toccasana». Oggi la vita di Hans va meglio, una fumatina alla mattina e una alla sera e tutto è… verde!

Yes, this case in particular we invented it, but that of the seniors who face the world of legal cannabis is a real and increasing trend. This is confirmed by the shopkeepers themselves: "We see them more and more often, 60-80enni, sometimes even grandchildren come. They ask questions about the CBD and how it works, "he told 20 Minuten Tizano Visconti of the Zurich Green Passion shop.

Le categorie sono generalmente due, spiega Visconti: «Da una parte ci sono quelli con dei problemi, magari non riescono a dormire o hanno dolori, e sperano di poterli risolvere. Dall’altra invece ci sono i nostalgici, cioè quelli che fumavano la cannabis da giovani e vorrebbero provarla ancora, però nella legalità, così come alla sera magari ci si beve un bicchierino di rosso».

«Il più vecchio? 86 anni», racconta Anita Safradin del Hemp Basement a Romashorn (TG), «direi che i “senior” sono circa il 40% dei nostri clienti». Alcuni però hanno bisogno di aiuto anche… sulle basi: «Una volta è entrata una signora per chiederci come si rollava una canna…», ricorda Hans Peter Kunz della Bio Can Ag.

Critici però i medici secondo i quali non esistono abbastanza dati riguardo i possibili effettidel cannabidolo sugli anziani per un consumo spensierato. Insomma, piuttosto che il joint per tirarsi su ci sono anche alternative non stupefacenti: «come il giardinaggio, gli animali domestici o una serata con gli amici», propone il ricercatore François Höpflinger.

Fonte: http://www.tio.ch/News/Svizzera/Attualita/1159287/Nonni-in-compagnia-dei-nipoti-tutti-a-comprare-la-Cbd/